Notizie

Grid view
List view

Il valore della "Proprietà Industriale"

brevetti-proprieta-industrialeLe imprese, in particolare le Medio-Piccole, spesso hanno al loro interno delle miniere di inestimato valore, di cui non sono a conoscenza. Se in tempi normali, il non tener conto di questi patrimoni nascosti è una limitazione allo sviluppo dell’impresa, in tempi di crisi, come quelli che stiamo vivendo, è un vero e proprio delitto che può condizionarne addirittura la sopravvivenza. Questo patrimonio inespresso è la “proprietà industriale”, termine con cui si indica il sistema di tutela giuridicadei beni immateriali che, nell’attuale scenario economico, detengono una sempre maggiore rilevanza.

Leggi tutto: Il valore della "Proprietà Industriale"

SCOR - Supply Chain Operations Reference

Supply Chain Operations ReferenceSCOR è l'acronimo di Supply-Chain Operations Reference, e nel processo di gestione della catena dei fornitori è il modello di riferimento. Il Supply-Chain Council ha sviluppato e validato SCOR perché venga utilizzato come strumento standard per la descrizione dei processi di gestione della catena dei fornitori. SCOR permette a tutte le figure coinvolte in una catena di fornitori di riferirsi, descrivere, ottimizzare e migliorare le metodologie ed i processi sviluppati.

Leggi tutto: SCOR - Supply Chain Operations Reference

Risk Management

Strumento di protezione ed incremento del Valore d’Impresa
Risk - Opportunity ManagementIl rischio è insito in qualsiasi cosa facciamo. Gli individui gestiscono continuamente i rischi, qualche volta consciamente, spesso inconsciamente; tutte le scelte che effettuiamo sono una più o meno consapevole gestione del rischio. Per quanto riguarda le imprese, in qualsiasi ambito esse operino, succede qualcosa di analogo solo che, svolgendo contemporaneamente molte attività, sono sottoposte ad un elevata e differenziata quantità di rischi.

Con il termine “rischio d’impresa” si intende l’insieme dei rischi inerenti l’attività dell’Impresa che ne influenzano il valore sia positivamente che negativamente.

Leggi tutto: Risk Management

Materiali, sostenibilità e catena del valore

Materiali e sostenibilità nella catena del valoreI materiali impiegati nella realizzazione di un prodotto e le loro lavorazioni non sono un anello neutro della catena del valore, ma al contrario sono una variabile fondamentale per la sua determinazione.
I materiali di ultima generazione, in particolare quelli plastici, oltre a possedere le caratteristiche richieste dal mercato per lo specifico prodotto, devono rispondere anche a requisiti di sostenibilità. Ciò implica che il materiale deve essere valutato, oltre che sulla base delle tradizionali caratteristiche: meccaniche, tecnologiche, fisiche e di impiego, anche in relazione ad aspetti ambientali, economici e sociali.

Leggi tutto: Materiali, sostenibilità e catena del valore

La "Catena del Valore" ed il Lean Thinking

La catena del valore e il Lean Thinking La Catena del valore ed il Lean Thinking (Pensare snello) sono due concetti che negli ultimi anni ricorrono spesso nelle strategie di diverse imprese. Ci interessa effettuare un confronto fra le due teorie per capire quali possono essere i punti di contatto e le differenze. Iniziamo dallo scopo per cui in azienda si implementano questi concetti; sia con la “Catena del valore” che con il “Lean Thinking” si cerca di migliorare la competitività dell’impresa. Il principio su cui si basano entrambi i metodi è l’individuazione degli sprechi per poterli eliminare e produrre di più con un minor consumo di risorse, in sostanza “creare valore”.

Leggi tutto: La "Catena del Valore" ed il Lean Thinking

Il talento

IL TALENTO NELLA SUPPLY CHAINIl pensionamento di managers di esperienza e l’evoluzione delle organizzazioni per incontrare la domanda crescente nei mercati in sviluppo, rendono sempre più importanti l’acquisizione di capacità, la formazione e lo sviluppo.

I leaders della supply chain necessitano di una comprensione approfondita delle competenze chiave richieste per il loro ruolo, specifiche qualificazioni nei ruoli lavorativi, abilità nel procurarsi un insieme di competenze specifiche, metodi per sviluppare talento e capacità di leadership.

Soluzione: sono state sviluppate metodologie per applicare SCOR (Supply Chain Operations Reference) alla gestione delle risorse umane con ottimi risultati sull’individuazione delle competenze critiche, la gestione delle nuove competenze, la misurazione delle performance e delle credenziali del management della Supply Chain.

Relazione Fornitore - Partner

CLASSIFICAZIONE E ANALISI DELLA SUPPLY CHAINDiverse organizzazioni, persino diversi dipartimenti all’interno di una stessa organizzazione possono avere metodi diversi per valutare e comunicare la performance attesa e i risultati ottenuti. Le cose cambiano quando i managers lasciano i pregiudizi e scelgono consapevolmente e di comune accordo di seguire standards che permettono loro di capire meglio le performances attuali e le opportunità di miglioramento.

Soluzione: SCOR (Supply Chain Operations Reference) fornisce un linguaggio comune per la classificazione e l’analisi della supply chain. Usare un linguaggio e una struttura comune rende più facile la comunicazione all’interno dei teams, velocizza le operazioni di banchmark e permette la valutazione delle azioni più vantaggiose.

Pianificazione e Risk Management

PIANIFICAZIONE NELLA SUPPLY CHAINLa supply chain deve continuamente essere analizzata e ridisegnata in risposta ai cambiamenti del mercato includendo il lancio di nuovi prodotti, risorse globali, nuove acquisizioni, accesso al credito, la necessità di proteggere le proprietà intellettuali e la capacità di salvaguardare le proprie risorse.

In aggiunta i rischi per la supply chain devono essere identificati e quantificati. Attualmente poche organizzazioni hanno indici in grado di valutare, controllare e attenuare questi rischi.

Soluzione: organizzazioni di tutti i settori (commerciali, militari e NGOs) hanno sperimentato che l’uso di SCOR (Supply Chain Operations Reference) come fondamento per la programmazione ed il risk management porta ad una più rapida implementazione, una più dettagliata identificazione dei rischi potenziali ed un coordinamento più facile con clienti, fornitori ed altri stakeholders. Aiuta gli utenti a stabilire regole e strategie, assegnare responsabilità, coordinare le risposte e monitorare le condizioni attuali.

Controllo del costo

ANALISI E CONTROLLO DEI COSTI NELLA SUPPLY CHAINI costi di gestione della supply chain sono ad oggi tenuti sotto pressione dall’innalzamento dei costi del trasporto, dalla globalizzazione dei clienti, dal potenziamento della tecnologia, dall’aumento dei costi della manodopera, dalla crescita dei costi per la assistenza sanitaria, l’introduzione di nuove normative e l’aumento dei costi dei prodotti.

Per controllare questi costi ci sono migliaia di potenziali indici che le organizzazioni della supply chain possono e devono misurare.

I managers necessitano di individuare e azzerare quei pochi indici che hanno un ruolo critico e all’interno della loro organizzazione ed influenzano i costi totali della supply chain.

Soluzione: gli indici forniscono uno strumento all’organizzazione per misurare in quale percentuale è riuscita a raggiungere gli obiettivi desiderati. Gli indici SCOR (Supply Chain Operations Reference) sono individuati per essere usati insieme agli indici di prestazione della supply chain, per rendere più semplice il confronto tra diverse supply chain e fra diverse strategie di supply chain.

Gli indici SCOR di livello 1 sono misuratori strategici di alto livello che solitamente sono valutati trasversalmente a più processi SCOR, mentre gli indici di livello più basso sono associati con un più ristretto sottoinsieme di processi. Per esempio la performance nella consegna è calcolata come il numero totale dei prodotti consegnati in tempo e per intero sulla base della data dell’ordine.

Servizio ai clienti

servizio-clientiLa vera supply chain si basa sulla consegna del giusto prodotto, nella giusta quantità e nella giusta condizione con la giusta documentazione, nel posto giusto, al tempo giusto, al prezzo giusto.
Il soddisfacimento pratico dei requisiti elencati non è però semplice come può sembrare.

Soluzione: ci sono modelli come il supply chain operations reference (SCOR), curato e diffuso dal Supply Chain Council (SCC) che forniscono una struttura per rilevare ed interpretare le condizioni e le prestazioni attuali della supply chain e la base di partenza per il miglioramento.

Possono aiutare i managers nella valutazione del trade off costo/prestazione, nello sviluppo di nuove strategie per andare incontro alle esigenze del cliente e per rispondere alla crescita locale e globale del mercato.